Anche in Italia, al via il bonifico istantaneo fino a 15000 euro in soli 10 secondi

Supportato dai maggiori istituti bancari e finanziari d’Europa, dal 21 novembre in Italia e in tutti i Paesi l’Eurozona è possibile effettuare quello che gli anglosassoni chiamano “instant payment”. In sostanza, si possono trasferire delle somme di denaro in soli 10 secondi in qualsiasi momento della giornata ed inclusi il sabato e la domenica. Il servizio di pagamento è basato sul nuovo schema SEPA Instant Credit Transfer (“SCT Inst”) dello European Payment Council (EPC). La condizione essenziale per effettuare il bonifico istantaneo è che avvenga tra due soggetti titolari di Conti Correnti in area SEPA – che attualmente coinvolge 34 nazioni – e per un importo massimo di 15.000 Euro a transazione. La durata massima dell’operazione non supera i dieci secondi.

Una novità che si propone sempre più innovativa e che, come per molte questioni, è nata attraverso i social. In Europa, infatti, già circolavano i pagamenti via Facebook tanto che nel Regno Unito si registra la possibilità di mandare denaro ad amici o a un’attività commerciale direttamente da Messenger.

Cambiano le tariffe, maggiori i costi delle commissioni (da 1,60 a 2,50 euro) ma sempre più bassi di un invio urgente e non sarà possibile revocare l’ordine e la somma accreditata al ricevente che potrà immediatamente utilizzarla. Inoltre la banca dovrà attuare in pochi secondi i controlli automatici sull’antiriciclaggio e dell’antiterrorismo.  Le banche che hanno iniziato la sperimentazione del nuovo sistema hanno preannunciato la possibilità di far pagare le commissioni del bonifico anche a chi riceve il denaro, specificando che non esiste alcun vincolo interbancario a vietarlo. Il costo dell’operazione sarà legato all’importo della transazione.

Condividi
La Lucentezza © 2019 All Rights Reserved. Informativa sui cookie | Privacy policy